2010-10-16

Felebration 2010









Il 15 ottobre è nato Fela Anikulapo Kuti, e ogni anno dalla sua scomparsa ricorre la celebrazione in molte parti del mondo. Scrivere di Fela non è uno scherzo, tutti ne hanno apprezzato il lato artistico, a giusto titolo si è guadagnato l'appellativo di inventore dell'Afrobeat, ma Fela insieme a Ken Wiwa Saro (attivista per i diritti umani, poeta, ucciso dal regime militare per la sua lotta per l'emancipazione del popolo del Delta) è stato uno dei personaggi storici più rappresentativi del intero continente africano. Da sempre rivoluzionario e panafricanista. Proclamato dal popolo Black president, se non fosse per un regime autoritarista poteva davvero vincere l'elezioni presidenziali. La sua arte non è solo sinonimo di buona musica, di emozioni, ma anche denuncia viscerale delle condizioni di sofferenza degli sfruttati. Fondatore della Repubblica di Kalakuta e del Africa Shrine storico locale che tutt'ora resiste grazie al figlio Femi che l'ho ha riscostruito nel 2000.
 Di Fela è stato scritto tutto quello che c'era da scrivere, e più autorevoli penne hanno lodato le sue doti musicali.
Lascia in eredità due figli Femi e Seun che continuano a professare ad altissimi livelli il verbo dell'afrobeat.
Se qualcuno avesse voglia di riscoprire questa immensa leggenda gli rimando a un link da me scritto
http://www.music-on-tnt.com/recensioni/articolo.php?id_articolo=539 e ad un libro che ripercorre la sua storia edito in italia dalla New Jazz People e scritto da Mabinuori Kayode Idowu dal titolo Fela Kuti - Lotta Continua.
Ma come dice sempre un amico per conprendere Fela non occorre nessun trattato, nessuna lezione, basta pensare che nel giorno del suo passaggio a miglior vita, nelle strade del paese si riversarono molti milioni di cittadini e che in tutto il paese in quel giorno di commemorazione al Black president non fu registrato nessun episodio di violenza, nessun crimine, nessun furto. Ecco tanto è potente lo spirito di Fela ! Qui sopra vogliamo rendergli omaggio con alcune immagini, e sotto con il video che per me più lo rappresenta.
E con due citazioni:
“Coloro che ti conobbero meglio dicono che non saresti mai potuto scendere a compromessi col male che tutta la vita hai combattuto. Anche se indebolito dal tempo e dal fato, sei rimasto forte nella volontà senza mai abbandonare il tuo obiettivo di un’Africa libera, democratica e socialista.”
Dichiarazione alla stampa del Fronte Democratico Unito Nigeriano in occasione della morte di Fela Aniculapo Kuti.

“Mi rifiuto di parlare in catene, solo un revolver può farmi tacere”
Fela Kuti.




.