2010-02-27

Cani Arrabbiati - "B" Movie Cult #01





Altra nuovissima sezione di BoomBox, dedicato al cinema, per aprire le danze non posso non citare per prima un' opera tra le più appassionanti, violente, e visionarie del cinema italiano Cani Arrabiati un capolavoro sanguinario e violento un road movie che è un cult noir e minimilastia di Mario Bava.
Un viaggio nell'inferno che racconta la storia di rapiantori spietati disposti a tutto, in fuga dalla morsa delle forze dell'ordine. Adrenalina allo stato brado e grandangolo e primi piani fissi fanno la parte del leone in questo film che fu proiettato solo una volta nel 1995 a Bruxelles, e nel 1998 negli Usa, ne esistono diverse versioni ognune con un finale diverso.
Definitvamente trasmesso nel 2004 su Sky con il titolo semaforo Rosso rieditato dal figlio di Bava, Lamberto che per completare l'opera lasciata incompiuta dal padre decide nel 2002 di affidare la colonna sonora a Stelvio Cipriani creando un film raro, stimatissimo e ricercatissimo.
Ispirato da un racconto di Ellery Queen gli interpreti sono Riccardo Cucciolla, Luigi Montefiori, Maurice Poli. Lea Lander e un Don Backy nella parte di uno schizofrenico Bisturi

Plantashun Boiz - Don't You Know - Ugbe No Ghie Omai (Pietra Miliare) #01



Particolarmente ispirato invento un'altra categoria per celebrare le pietre miliari dell'urban groove Nigeriano, in altri blog , e anche nel pezzo uscito qualche tempo fa su Basement nella sezione Global Crew curato da Stefano Bettini si è trattato delle origini del beat nigeriano, su blog di Comb e
Razor(http://combandrazor.blogspot.com/)si è parlato ampiamente del primo mc's della storia della musica dell'Africa Dizzy K quindi mi riprometto di trattare l'argomento ampiamente in successivi post. Oggi voglio proporvi un pezzo di vecchia scuola che risponde al nome di Don't You Know dei Plantashun Boiz.
I Plantashun sono una delle formazioni più vecchie dell' hip hop africano formate da Faze, Tuface Ibidia e BlackFace, ragazzi che hanno fatto e continuano a fare la storia dell'hip hop nigeriano. Inutile dire che l'hip hop nigeriano è nato come base per le battaglie di break che avvenivano tra le vie di Ajegulè o B-Side, e che hanno fatto la fortuna di riviste specializate nel settore che in Naijaland detengono lo stapotere di tirature di copie di tutto il più antico continente.

Big Daddy Kane - Aint No Half Steppin - Classic Beat #01



Apro un'altra categoria per BoomBox alla riscoperta, delle origini del Hip Hop.
Per iniziare ci riscaldiamo con un pezzone del 1988 Ain't No Half Steppin di Big Daddy Kane contenuto nell' album d'esordio Cold Chillin'. Il rapper di Brooklyn per le produzioni del suo primo lavoro si affida in tutto a Marley Marl e già questo è una garanzia, ma è proprio lo stile di Antonio Hard cosi era scritto all'anagrafe il nostro maestro del microfono che lo distingue e che fa urlare al fenomeno.
La sua tecnica, la sua metrica, e il suo senso del ritmo oltre a rime che ancora oggi lasciano il segno gli fanno conquistare l'olimpo dell'hip hop, se ancora oggi è considerato come un visionario, un extraterrestre, Big Daddy come nessun altro tamarro con adosso vestiti di Dapper Dan un motivo deve pur esserci.