2012-01-03

Keira Rathborn


La signorina in questione, Keira Rathborn, è un’eccentrica illustratrice inglese di 28 anni che non sa che farsene di una tavoletta grafica, di pennelli o di matite.
Nel 2003 acquista in un mercatino una macchina da scrivere old style di seconda mano, ed è proprio da quel momento che scopre la sua vocazione. Picchietta con passione sui tastini bianchi, cercando la giusta combinazione dei caratteri per dare forma a paesaggi, ritratti meravigliosi e a un’arte tutta nuova: la “typewriter art”.




Le lettere e i segni s’incontrano, si incrociano, si fondono per creare un tessuto di immagini spettacolare…


Per realizzare ogni opera Keira impiega circa 90 ore. Ma le sue fatiche hanno ottenuto un successo tale, che ha dovuto ampliare il suo “arsenale”: ora lavora con ben 30 macchine da scrivere.




Just one mic- cRaZy #08





Tutto quello che avresti bisogno per giocare è un microfono.

Bruno Zamborlin ha realizzato questa geniale idea.
Bruno dice che Mogees è un nuovo modo per trasformare qualsiasi superficie in uno strumento musicale.
Mettendo un molto economico microfono a contatto su una superficie, il software in grado di riconoscere i diversi tipi di tocco e di associarle a diversi sintetizzatori.
Gli utenti possono addestrare il software con le loro 'gesti', con entrambe le mani nude e oggetti. Nel video demo abbiamo messo il microfono su superfici diverse, come tavoli da cucina e palloncini.
La sintesi del suono si basa su due diverse tecniche:
1 - modellazione fisica, che consiste nel generare il suono attraverso la simulazione delle leggi fisiche. Materiali diversi possono essere simulati, come le membrane, corde, tubi e piastre
2 - mosaicatura, che funziona come segue: in primo luogo, gli utenti di caricare una cartella di suono, poi, il rumore proveniente dal microfono viene analizzato e il software trova continuamente e suona il suo segmento più vicino all'interno della cartella del suono.
More info http://www.brunozamborlin.com/mogee

50 Days for Dilla - Ta-ku

Davvero un bel modo di ringraziare il suo artista preferito, quello che a influenzato moltissimi beatmakers in tutto il globo, 50 Days for Dilla, 50 tracks di strumentali che vi portano in un viaggio sonoro da sogno.